Lettera del direttore
Cari amici, sono Davide Di Rosolini, direttore artisco di questo festival. Di seguito scriverò un po di tutte le disavventure che stiamo organizzando quest'anno... Vi dico solo che abbiamo speso un mucchio di soldi... e se non li recupero mi sparo!!... Per il resto vi prego di tralasciare errori, refusi, fusi e la punteggiatura scarsa. Non so scrivere, non mi va di rileggere, nessuno ha voglia di correggere in tempo il sito e faccio già troppe robe oltre a curare la parte web. Ma lo faccio volentieri anche se non tutto al massimo della qualità... perchè il sincero è ormai la mia famiglia!!
Infine vorrei tanto chiedere alla famiglia di aiutarmi con la promozione.

Desolato ma con tanto amore, Davide


Dai poeti fumatori alle poetesse da balcone

Come ogni anno il festival sarà pieno di poesia. Poesia sincera, quella poesia che molti candannano perchè priva, a volte, di metriche, di senso logico, di lucidità. Poesia che vi fa sbudellare dalle risate ma che vi sorprende facendovi commuovere.
Per questi momenti abbiamo la fortuna di riavere con noi i paladini della lettura del sincero, ovvero, l'amico Guido Catalano che fa ritorno al festival dopo l'uscita del suo libro "Ogni volta che mi baci muore un nazista". Lo ritroverete molto più magro e con un brutto vizio... ha ripreso a fumare!!
Ovviamente ormai il nostro Guido è cresciuto tanto, riempie i teatri grossi, gira tutta l'italia, pubblica i libri con Rizzoli, ha scritto uno dei romanzi più venduti in Italia... e lo so che uno poi si chiede: "Ma che minchia ci fa al Sincero Festival??!?!?!?. Semplice... l'ho beccato in San Salvario e dopo svariati nergoni, logorato dalla nostalgia, ha detto al suo amico: "Sirianni... tu almeno una volta nella vita devi andare al Sincero Festival!! Anzi... ci vengo anche io!!"
Oltre a Guido non mancherà il nostro poeta immenso, ormai rappresentante e pilastro portante del nostro festival, Claudio Covato, che oltre a rileggere delle perle tratte dal libricino Cosistica #0, avra occasione di ricimentarsi nell'accompagnare musicisti e nel canto libero contaminato dalla world music.Non ha ripreso a fumare poichè fumava già e porta anche lui gli occhiali da sole in foto.Non riempie i teatri ma riempie il mio cuore ogni volta che lo vedo e per questo mi vanto di essere il suo primo produttore a livello mondiale e nell'universo! Compratevi anche il libro!!

Sono giunte ogni anno lamentele per la scarsa quota rosa nel cast artistico del festival. Quest'anno per la vostra gioia abbiamo 2 poetesse importanti.

Dal piemonte arriva Clara Vajthò. Nome di origini ungheresi... ma dice che ha studiato ad Augusta, proprio vicino il nostro festval... sarà forse un esperimento poetico nato nel petrolchimico di Priolo-Augusta-Melilli? Non lo sappiamo ma lo scopriremo. Sappiamo che ha scritto e che leggerà poesie tratte dal suo libro "Storie di cazzo, figa, scoiattoli e altri animali"
Ho conosciuto clara a Torino in via Mercanti 3 dove si esibiva da un balcone, ho immediatamente pensato al Sincero Festival.

Ultima poetessa coinvolta in questo delirio poetico e l'amica/manager del Veneto Marta Telatin, di Padova. Ho conosciuto Marta a Bologna e ho scritto la prefazione del suo libro di poesia. Da quello che scriveva pensavo fosse una pittrice, parlava sempre di colori, di tele. Poi ho scoperto che non ci vede da quando aveva 13 anni. Però che scrive e dipinge e vero... l'unico problema è che ha un rapporto morboso con i gatti e cui io sono allergico. Sarà accompagnata dall'attore Davide Cortesi, che una volta a Padova di sera è riuscito a mangiare circa 7 calzoni ed è magrissimo ma deve avere lo stomaco in adamantio. Marta farà anche un laboratorio particolarissimo sui sensi, date un occhiata alla pagina LABORATORI.

Il quartetto poetico si esibirà, oltre che nel galà del primo e dell'ultimo giorno, in una carrellata di poesia altalentanti accompagnati dagli improbabili cantautori presenti. Com'è difficile fare una programmazione... è incredibile!!

Ah dimenticavo... visto che un libro l'ho fatto pure io, mi sa che mi troverete nella mischia con nuovissimi scritti sperimentali.



Dal progressive al cantautorato epico cavalleresco

La musica è sempre stata la protagonista del nostro festival, insieme all'ironia.
Vi presento qui una collezione di cantautori che si prendono poso sul serio, come piacciono a noi. In compagnia di Guido Catalano arriverà il Genovese Federico Sirianni. Cosa vi posso dire di Federico?? Aveva i gamma GT alti nelle ultime analisi del sangue(cosa in comune con me), frequenta locali dove si beve male, sua madre è su facebook, ha una stanza cinese, ha una casa bella e paga poco d'affitto, vuole ottenere la santità. Pensavo viste le grandi qualità da oratore che magari potrebbe presentare lui un intera serata del festival... uhm... chissà.

Gianluca Vigone è uno strano personaggio, apparte il fatto che suona indossando un armatura, ha un linguaggio del tutto suo, parla di serate romantiche in Barriera Di Mlano(quartire Torinese), di animali esotici, capitani coraggio, paladini di Francia, Balene. Ho visto un suo concerto in situazione molto difficile all'hotel San Georges durante la merenda Sinoira, na roba tipica Piemontese. Li coraggioso si è esibito davanti a un pubblico difficile e già troppo ubriaco ed è riuscito a conquistare anche teneri baci da una signora di una certa età.

Il concerto di Vigone è già segnato per la seconda serata del Festival(24 Agosto) ma lo rivedrete al dopo festival il 27, alla Villa Comunale di Palazzolo Acreide.


Dall'alba del sincero festival torna un duo meraviglioso, stupendo, incisivo... o come meglio dire fallico! I fortunati che sono stati alle prime due idizioni se ne ricorderanno. Sto parlendo dei Phallus Impudicus. La voce di Beppe Mignemi e il genio compositivo del collega Giancarlo. Un duo che esiste solo per occasioni speciali, come quella del Sincero Festival. Ricorderanno tutti il meraviglioso brano "Minatore", colonna sonora delle prime due edizioni del nostro festival, o altre perle come "Turi Lasagna" detto "Lasagna Turi" e il famosissimo "Fantasma Scicchigno".

Ovviamente nella squadra dei musici non mancherò io(Davide Di Rosolini) che porterò la band al completo per farvi ascoltare brani tratti dal mio ultimo disco "il male" e in questa foto, alla destra con in mano il contrabbasso vedete Giovanni Ruffino, che si esibirà anche lui in solitaria con le sue canzoni bucoliche e la sua area da pinerolese montanaro. Purtroppo non sarà con noi Giulia(a sinistra) che sarà sostituita da qualche musico di passaggio. Benedetta invece(quella tra me e Giovanni) dice che arriverà al festival e che farà tanta di quella musica da soddisfare le orecchie più fresche. Inoltre insieme a noi alla grancassa suona il nostro pilsatro portante del Festival Peppino Marabita.




Ovviamente non mancherà nemmeno in questa edizione la presenza di due personaggi davvero unici e scolpiti nell'immaginario intimo di ogni anima del nostro festival, il duo Dario e Salvo. Sto parlando di Dario Lo Cicero e di Salvo Mineo in arte Calogero incandela. Sorpresa di quest'anno è che non saranno da soli, ogni anno tirano fuori sorprese... a quanto pare Dario ha un gruppo progressive, gli Homunculus Res, che cantano di culturismo, unghie, futurismo. Inoltre la band ha arrangiato i brani di Calogero Incandela quindi venerdi 25 Agosto avremo un concerto pomeridiano dopo pranzo di Calogero Incandela e band e la notte un bellissimo concerto progressive.

La novità del Festival è proprio quella di inserire un paio di concerti dopo pranzo, per riempire le ore di digestione.Vista anche la lunghezza eccessiva degli spettacoli notturni... anche se devo dire che... non vi annoiavate affatto!

Trampolieri e personaggi

Cercavo un runner... è sto termine che si usa per descrivere i ragazzi che hai festival recuperano e scarrozzano gli artisti in giro, quelli che si occupano di trovare la doppia presa o di andare al tabacchi a comprare le sigarette per il fonico. Così dopo l'annuncio sulla nostra pagina facebook mi si presenta Santo, amico fresco di annata, che dice che oltre al fare il runner potrebbe fare il trampoliere e i palloncini per i bambini. Uno cerca un runner e trova un trampoliere... magari se cerco un prete trovo una pornostar??



Oltre ai runner e ai tranpolieri arriva anche l'amico Sergio Valenti, Siculo trapiantato a Torino, che arricchirà il nostro varietà e ci aiuterà nella manutenzione dei galà. Lo potete vedere nel mio film il male(www.davidedirosolini.com/film) durante il funerale finale del film... Così giusto per fare un po di spoiler... non lo avete visto?? Forse lo proiettiamo al Festival!!

La nostra stagione teatrale
Secondo voi tralasciavamo il teatro? Assolutamente no!!
Vi ricordate i The Squasciò? L' anno scorso hanno interptretato una coppia romantica con sfumature di gelosia e un superman eroe del festival. Quest'anno li rivedrete al prefestival il 22 agosto. Il 24, invece, Serena Vergani darà vita ad Holy Boobs spettacolo che ha come tema principale... indovinate cosa? E' una parola con 3 T.

Oltre allo spettacolo di Serena, ci sarà anche uno spettacolino di teatro dell'oppresso dove tutti gli spettatori diventeranno protagonisti. Sto parlando de "il Divano" a cura della catalana Montserrat Grau Ferrer. Lo spettacolo avrà luogo nel pomeriggio, in quanto spettacolo laboratorio. Vi consiglio di sbirciare bene la programmazione... che ovviamente per via della sfiga avrà sempre cambiamenti improvvisi.

Idee nuove e chissà se arriveranno...
Era la prima edizione del festival quando io insieme ad Alessandro Vicard musicammo il fumetto Moka di Bruna Fornaro. Basato tutto sull'improvvisazione fu uno spettacolino davvero fresco e una roba nuova. Così abbiamo deciso di dedicare una notte all'improvvisazione su fumetto e ovviamente sul fumetto di Bruna, che è una della fumettiste nostrane che più amiamo. Inoltre Bruna realizzerà delle opere che verranno vendute all'asta durante le serate del festival... insomma ce le inventiamo tutte per recuperare i soldi.... maledetti soldi!!

Infine abbiamo un esercito di "Chissà se arriveranno" perchè alcuni vengono da lontanto e non sanno se riusciranno ad arrivare e altri vengono da vicino ma non sanno ancora se vogliono partecipare a causa di conflitti di interessi(arrustuta a cava larica, prima comunione della cugina). Quindi potrebbe intervenire nuovamente Andre Calabrese, la nostra voce di Dio.
Dal lontano Abruzzo potrebbe arrivare Toni Vernice a parlarci per il suo folle amore per Enrico Mentana e delle sfighe colossali che lo avvolgono.

Il misterioso Libero Reina che si è presentato tramite facebook al nostro festival e vuole portarci il suo cantautorato.

Il famigerato Davide Grillo, conosciuto a Roma in occasione del format "Sgombro" al nuovo Cinema Palazzo

Tornerà anche il folle Alex Vicard che mi ha dichiarato tramite Skype "Viri ca fazzu buddellu!" ovvero "Vedi che faccio casino!"

Inoltre il Corriere Della Sega uscirà puntualmente a cura di Lello Cutasca, alias Luca Castello, Ne leggerete delle belle!!

Ultima curiosa novità sarà il gemellaggio con State aKorti, festival di cortometraggi di Via Grande(CT) che il venerdì sera allestiranno un cineforum. Ci sarà anche un area letture a cura della casa editrice Sui Generis

Dimenticavo... ovviamente verrà anche Sebastian Scuderi a presentare il suo libro e a regalarci altre perle di saggezza con Osho Pappalardo... che a proposti vi regala questa lettera per salutarvi tutti.